Il Fondo eccellenze gastronomiche italiane del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali è finalizzato a promuovere e sostenere le imprese di eccellenza, nei settori della ristorazione e della pasticceria, e a valorizzare il patrimonio agroalimentare ed enogastronomico italiano, a fronte di investimenti in macchinari professionali e altri beni strumentali durevoli.

 

Beneficiari del Fondo eccellenze gastronomiche italiane

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese che:

  1. Hanno codice ATECO 56.10.11 (ristorazione con somministrazione) e sono attive nel Registro delle imprese da almeno dieci anni o in alternativa hanno acquistato, nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto, prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI, SQNZ e prodotti biologici per almeno il 25% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo;
  2. Hanno codici ATECO 56.10.30 («Gelaterie e pasticcerie») e ATECO 10.71.20 («Produzione di pasticceria fresca») e sono attive nel Registro delle imprese da almeno dieci anni o in alternativa hanno acquistato, nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto, prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI e prodotti biologici per almeno il 5% del totale dei prodotti alimentari acquistati nello stesso periodo.

 

Spese ammissibili nel Fondo eccellenze gastronomiche italiane

Sono ammissibili le spese, sostenute successivamente alla presentazione della domanda, relative a:

  • Macchinari professionali e beni strumentali nuovi di fabbrica. Tali beni devono essere funzionali all’attività dell’impresa ed essere mantenuti nello stato patrimoniale per almeno tre anni dalla data di concessione del contributo.

 

Entità del contributo

Il contributo, in conto capitale e in regime de minimis, è previsto nella misura massima del 70% delle spese ammissibili fino a un massimo di 30.000,00 per singola impresa.

La dotazione finanziaria disponibile per la concessione dei contributi sono pari a 56.000.000,00 €.

I contributi sono concessi a regime agevolato, con divieto di cumulo e nell’ambito del regolamento de minimis.

 

Termini e modalità di presentazione

Le domande potranno essere presentate a partire dal 1° marzo 2024. Le modalità di presentazione delle domande saranno definiti entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto. Le domande saranno valutate in ordine cronologico.

 

Per maggiori informazioni

Finimpresa
Tel. 059 251760 | info@finimpresa.it