Al via oggi, 1 settembre, le domande telematiche inerenti al bando regionale (DGR n. 1333 del 24/08/21) che stanzia 11,5 milioni di euro per la sostituzione di impianti di riscaldamento civile a biomassa.

La misura, prevista dal Piano Aria integrato regionale (PAIR2020) e che ha come obiettivo il miglioramento della qualità dell’aria e l’incremento dell’efficienza energetica, è rivolta a persone fisiche residenti nei Comuni delle zone di pianura dell’Emilia-Romagna (l’elenco dei comuni ripartiti per zone è consultabile qui), che risultino già assegnatarie del contributo del Conto termico 2.0 (qui per maggiori approfondimenti).

L’incentivo regionale consiste in una percentuale aggiuntiva rispetto a quella rilasciata dal GSE e può coprire fino al 100% della spesa ammissibile.

Sono ammesse le spese relative all’acquisto e all’installazione di nuovi generatori in sostituzione di quelli obsoleti a biomassa legnosa, ma non i casi di nuova installazione.

I richiedenti devono essere proprietari o detentori/utilizzatori di una unità immobiliare, di qualsiasi categoria catastale, in cui si intende intervenire attraverso la sostituzione di un camino aperto, stufa o caldaia a legna/pellet di potenza inferiore o uguale a 35 kW, con classificazione ambientale inferiore o uguale alle 4 stelle, con l’installazione di nuovi impianti a biomassa di potenza inferiore o uguale a 35kWt, almeno di Classe 5 stelle, oppure con pompe di calore.

 

Tabella esemplificativa interventi

Impianto sostituito Impianto target biomassa Impianto target Pompa di calore
Camino aperto o inserto con classificazione ambientale inferiore o uguale a Classe 4 stelle Inserto a Classe 5 stelle ——-
Stufa legna/pellet con classificazione ambientale inferiore o uguale a Classe 4 stelle Stufa legna/pellet Classe 5 stelle Pompa di calore
Caldaia legna/pellet con classificazione ambientale inferiore o uguale a Classe 4 stelle Caldaia legna/pellet Classe 5 stelle Pompa di calore/ibrido

È possibile inoltrare domanda a partire dalle ore 15 del 1 settembre fino al 31 dicembre 2023 esclusivamente in modalità telematica, attraverso la piattaforma predisposta dalla Regione Emilia-Romagna tramite questo link.

In fase di presentazione della richiesta, il potenziale beneficiario dovrà risultare già assegnatario del contributo previsto dal “Conto termico” erogato dal GSE, con decorrenza dal 7 gennaio 2021 e fino al 31 dicembre 2023 (non è possibile cumulare l’incentivo di “Conto Termico” con le detrazioni fiscali).

L’incentivo viene erogato a sportello e pertanto le richieste sono protocollate in ordine cronologico di arrivo delle domande fino ad esaurimento delle risorse. Il contributo verrà quindi accreditato direttamente sul conto corrente del richiedente previa istruttoria del Servizio regionale competente.

Per ulteriori info è attivo l’indirizzo email bandocaldaie@regione.emilia-romagna.it