I pubblici esercizi, le imprese commerciali e le aziende di artigianato di servizio avranno tempo sino a mercoledì 18 novembre per presentare le domande di partecipazione a due bandi comunali finalizzati uno a sostenere gli investimenti in riqualificazione e sicurezza, l’altro ad assegnare contributi alle imprese rimaste chiuse in occasione del lockdown della scorsa primavera.

In totale, si tratta di 60.000 euro di contributi a fondo perduto che rispondono non solo a logiche di sussidio, ma anche di sviluppo.

“E’ un provvedimento molto positivo, frutto di un confronto costruttivo che l’Amministrazione di Medolla ha avuto con le Associazioni”, si legge in una nota di Rete Imprese Italia, il coordinamento tra CNA, Confcommercio, Confesercenti e Lapam.

“Confronto – continua il comunicato – che abbiamo cercato di instaurare anche con le altre amministrazioni e che speriamo porti a risultati analoghi, con l’obiettivo di sostenere le attività economiche maggiormente colpite dalle conseguenze dell’emergenza sanitaria”.

“Da questo punto di vista ci sembra importante anche affrontare il tema della riduzione della tassazione locale. È il caso di un intervento per calmierare la parte fissa della Tari e della conferma dell’esenzione della Cosap sino alla fine di giugno 2021”.