La Legge di Bilancio 2021 ha istituito il Fondo Impresa Donna per sostenere investimenti e servizi nell’imprenditorialità femminile.

Il Fondo, a fronte di una dotazione iniziale  di 40 milioni di euro, che peraltro risultano già esauriti, sarà integrato di altri 400 milioni di euro con risorse del PNRR, ed interverrà con contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati per promuovere e sostenere l’avvio e il rafforzamento di imprese femminili, attraverso il supporto ad iniziative imprenditoriali, a programmi per la diffusione di cultura imprenditoriale e a specifici percorsi di formazione e orientamento.

Il Fondo Impresa Donna ha introdotto la possibilità di integrare i finanziamenti agevolati con una quota di fondo perduto per:

  • le imprese costituite da non più di 70 mesi alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  • le micro e piccole imprese;
  • le società la cui compagine sociale sia composta per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione da soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni ovvero da donne;
  • le persone fisiche che intendono costituire un’impresa.

Siamo in attesa del provvedimento del MISE che fissi la data di partenza delle domande, che andranno presentate online attraverso la piattaforma di Invitalia e poi valutate secondo l’ordine di presentazione con un esame di merito.

Per agevolare le imprenditrici, o le aspiranti tali, a finalizzare eventuali idee o progetti nel contesto della misura sopra descritta, è possibile consultare Susanna Golinelli (tel. 059 418581 | golinelli@mo.cna.it) per un incontro esplorativo.

 

Maggiori informazioni:

Susanna Golinelli
Responsabile CNA Impresa Donna
Tel 059 418581 | golinelli@mo.cna.it