Sace Simest ha pubblicato il bando per un finanziamento all’internazionalizzazione che si declina attraverso tre strumenti: la transizione digitale ed ecologica, l’e-commerce e la partecipazione a fiere e mostre internazionali.

I finanziamenti agevolati per l’internazionalizzazione sono strumenti agevolati che SIMEST eroga a valere sul Fondo rotativo ex l.394/81 Circolare n. 1/PNRR/394/2021. 

I finanziamenti supportano i percorsi di internazionalizzazione delle PMI attraverso 3 strumenti volti a sostenere le spese per:

  1. Transizione Digitale ed Ecologica
  2. E-commerce
  3. Fiere e mostre internazionali

I beneficiari variano in base allo strumento prescelto (PMI, imprese in forma singola e aggregata, società di capitali).

La tipologia del contributo è un contributo a fondo perduto, in regime Temporary Framework e nella misura del 25% dell’importo progetto (elevabile al 40% nel caso di presenza di una unità locale attiva da almeno 6 mesi in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia), oltre ad un finanziamento agevolato per l’importo non coperto dal contributo a fondo perduto (tasso attualmente previsto 0,055% pari al 10% del tasso di riferimento UE).

Si tratta di prodotti digitalizzati al 100%, per i quali è prevista l’esenzione totale dalla prestazione di garanzie accessorie.

 

Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazione internazionale

L’obiettivo del finanziamento è la realizzazione di investimenti volti a favorire la Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI e promuovere la competitività sui mercati esteri.

I beneficiari sono tutte le PMI italiane, costituite in forma di società di capitali, con almeno due esercizi completi e che abbiano realizzato un fatturato estero la cui media nell’ultimo biennio sia pari ad almeno il 20% del fatturato aziendale totale o un fatturato estero pari ad almeno il 10% del fatturato aziendale totale nell’ultimo bilancio depositato.

L’importo massimo richiedibile è il minore tra 300.000,00 euro, e il 25% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci depositati, entro il limite di esposizione verso il fondo 394.

Le spese finanziabili sono i progetti che riguardano:

  1. Almeno per il 50% spese per la Transizione Digitale:
    • integrazione e sviluppo digitale dei processi;
    • realizzazione/ammodernamento di modelli organizzativi e gestionali in ottica digitale;
    • attrezzature tecnologiche, programmi informatici e contenuti digitali;
    • consulenze in ambito digitale;
    • disaster recovery e business continuity;
    • blockchain;
    • investimenti e formazione legati all’industria 4.0.
  2. Non più del 50% spese per la sostenibilità e l’internazionalizzazione:
    • efficientamento energetico, idrico, ecc…;
    • spese promozionali e per eventi internazionali, investimenti in strutture commerciali estere, consulenze per l’internazionalizzazione;
    • spese per valutazioni/certificazioni ambientali.

Le spese sono finanziabili dalla data di ricezione dell’esito della domanda, ed entro 24 mesi dalla data di stipula.

La durata del finanziamento è di 6 anni, di cui uno di preammortamento.

 

E-commerce

L’obiettivo del finanziamento è sostenere le spese relative a soluzioni e-commerce da realizzare direttamente su propria piattaforma informatica o attraverso l’utilizzo di un market place, entrambi finalizzati al commercio elettronico.

I beneficiari sono tutte le società di capitali, anche in forma di rete soggetto, che abbiano depositato presso il registro delle imprese almeno 2 bilanci relativi a 2 esercizi completi.

L’importo massimo richiedibile è così determinato:

  • per la realizzazione/miglioramento di una piattaforma propria: il minore tra 300.000,00 euro, e il 15% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci depositati;
  • per l’utilizzo di una piattaforma di terzi: il minore tra 200.000,00 euro e il 15% dei ricavi medi risultati dagli ultimi due bilanci depositati;
  • l’importo minimo candidabile è pari a euro 10 mila.

Le spese finanziabili riguardano i progetti che devono avere:

  1. spese relative alla creazione e sviluppo di una piattaforma informatica, oppure all’utilizzo di un market place;
  2. spese relative alla gestione/funzionamento della propria piattaforma informatica o del market place;
  3. spese relative alle attività promozionali ed alla formazione connesse allo sviluppo del programma.

Le spese sono finanziabili dalla data di ricezione dell’esito della domanda, ed entro 12 mesi dalla data di stipula.

La durata del finanziamento è di 4 anni di cui 1 di preammortamento.

 

Partecipazione a fiere e mostre internazionali anche in Italia, e missioni di sistema

L’obiettivo del finanziamento è sostenere le spese per la partecipazione ad un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale tra: fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività di impresa sui mercati esteri o in Italia.

I beneficiari sono tutte le PMI italiane, in forma singola o aggregata, che abbiano depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo ad un esercizio completo.

L’importo massimo richiedibile è il minore tra 150.000,00 euro, e il 15% dei ricavi medi risultati dall’ultimo bilancio depositato, entro il limite di esposizione verso il fondo 394.

Le spese finanziabili sono i progetti che riguardano:

  1. Almeno per il 30%:
    • spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra.
  2. Non più del 70%:
    • spese per area espositiva;
    • spese logistiche;
    • spese promozionali;
    • spese per consulenze connesse alla partecipazione alla fiera/mostra.

Le spese sono finanziabili dalla data di ricezione dell’esito della domanda, ed entro 12 mesi dalla data di stipula.

La durata del finanziamento è di 4 anni di cui 1 di preammortamento.

 

 

Maggiori informazioni

Per maggiori informazioni è possibile contattare Finimpresa (Tel. 059 251760 | contributi@finimpresa.it).