COSA
L’EBIM, l’ente bilaterale delle imprese del commercio e del turismo, ha istituito un fondo per sostenere le imprese e i dipendenti colpiti dall’alluvione 2014. Il contributo non è soggetto a de minimis ed è compatibile con altre provvidenze anche per le stesse spese.

CHI
I beneficiari sono le Imprese in regola con il versamento dei contributi all’EBIM e i dipendenti delle stesse.

QUANTO
Per le imprese: contributo massimo è 1.000,00 Euro.
Le spese ammissibili devono essere sostenute per interventi sull’immobile, attrezzature, beni mobili strumentali, beni registrati nei pubblici registri, ricostituzione di scorte danneggiate e per il ripristino dei locali (spurghi, lavaggi, disinfestazioni, ecc..), delocalizzazione, anche temporanea, o mancato reddito a causa chiusura causata dalle Ordinanze Comunali;

Per i dipendenti: contributo massimo è 500,00 Euro.
Le spese ammissibili riguardano la ricollocazione temporanea a seguito d’inagibilità dell’alloggio, sia di proprietà sia in affitto, e/o spese di ripristino dell’abitazione (spurgo, lavaggi, disinfestazioni, ecc..) .

COME
La documentazione necessaria è molto semplice e consiste in:

  1. Scheda C “Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive”,
  2. Nel caso di interventi strutturali, occorre copia della documentazione autorizzatoria presentata dal tecnico alla pubblica amministrazione;
  3. Fatture di spesa, acquisto o riparazione, nelle quali deve essere chiaro il nesso di causalità con l’evento alluvionale; esse possono essere inserite nella documentazione contestualmente alla presentazione della domanda o in un momento successivo.

COSTO
Il compenso, comprensivo di presentazione e rendicontazione della domanda, è di 80 Euro.

QUANDO
La domanda deve essere presentata, attraverso una procedura web autorizzata, entro il 15 giugno 2014.

DOVE
Per assistenza nella compilazione della domanda potete contattare:
incentiviamo
CNA Modena – Luca Zanfi
059418194 – 142 – incentivi@mo.cna.it