CNA Modena - Menu 
Bando Slot Free

Bando Slot Free

Il Comune di Modena, nell’ambito del progetto “Modena, Slot Free” finanziato dalla Regione Emilia Romagna, per la promozione del gioco sano e responsabile e del marchio Slot Free ER, emana per il 2018 un bando rivolto a gestori aderenti al marchio Slot FreeER o che intendano aderirvi per realizzare attività innovative mirate alla riqualificazione e promozione della propria attività.

Il Comune di Modena istituisce così un fondo sperimentale per l’importo complessivo di € 10.000 diretto a coprire interventi di riqualificazione e promozione delle attività commerciali. Il contributo è calcolato nella misura massima del 50% del valore delle spese ammissibili, al netto dell’Iva e comunque per un importo non superiore a € 500. I contributi saranno erogati con l’applicazione della ritenuta d’acconto del 4%, tranne i casi di esclusione previsti dalla normativa vigente.

Beneficiari
Possono presentare domanda diretta alla concessione dei contributi:

  1. gli esercenti di locali pubblici, dotati di marchio Slot Free ER alla data di pubblicazione del presente bando;
  2. gli esercenti di locali pubblici che presentano domanda di adesione al marchio Slot Free ER contestualmente alla presentazione della domanda di concessione del contributo;

I requisiti e le modalità per aderire al marchio slot free ER sono visionabili al seguente sito: comune.modena.it/slotfree/

Gli esercenti, di cui ai precedenti punti del presente articolo, devono risultare ancora in attività al momento della presentazione della domanda e avere la sede del locale, oggetto della riqualificazione, nel territorio della città di Modena. Ogni esercente potrà inoltrare una sola richiesta di contributo.

Spese Ammissibili
Le spese che possono essere ammesse al contributo devono prevedere interventi finalizzati a:

  • migliorare l’immagine e la fruizione degli spazi, interni ed esterni, del locale pubblico;
  • ampliare e/o consolidare il prodotto e/o servizio offerto all’utenza

Rientrano nelle spese ammissibili tutte quelle sostenute per interventi di socializzazione (a titolo puramente esemplificativo e non esaustivo: allestimento di spazi di intrattenimento attraverso la messa a disposizione di giochi di società, riviste, libri ecc.; organizzazione di piccoli eventi promozionali (laboratori artistici, gastronomici, rappresentazioni ecc.), fatta eccezione per eventi che prevedano scontistiche o promozioni relative al consumo di bevande alcoliche. Sono altresì ammissibili le spese per interventi finalizzati a riqualificare il sistema organizzativo e gestionale, attraverso l’adozione di nuove dotazioni informatiche, soluzioni tecnologiche, applicazioni digitali, acquisto di hardware e software. L’acquisto di prodotti, attrezzature, hardware e software è ammissibile a condizione che gli stessi siano stati consegnati ed installati presso la sede per la quale è stato richiesto il contribuito. I beni acquistati rientranti tra le spese ammesse devono essere di nuova fabbricazione.
Sono comprese tra le spese ammesse quelle relative alle spese di formazione e qualificazione del personale, in quanto funzionali al miglioramento gestionale ed organizzativo dell’attività; servizi e consulenze funzionali alla realizzazione del progetto di impresa (ad es. piano di marketing, comunicazione, realizzazione siti web, e.commerce ecc). Per le spese di formazione è necessario allegare anche la certificazione rilasciata dall’ente/soggetto formatore che attesta la frequenza al corso di formazione.

Tutte le attività sopraelencate dovranno concludersi entro il 31.12.2018.

Non sono ammesse a contributo le spese relative a:

  • materiale di consumo e minuterie;
  • locazione di immobili;
  • spese notarili e oneri accessori;
  • acquisto di mezzi di trasporto (es. autovetture, ciclomotori);
  • servizi continuativi, periodici o connessi alle normali spese di funzionamento dell’impresa (come la consulenza fiscale ed i servizi regolari);
  • realizzazione di opere tramite commesse interne/autofattura;
  • spese già ammesse ad altre agevolazioni e/o contributi comunali/regionali.

Le domande di contributo devono essere sottoscritte dal titolare allegando la copia del documento di identità. Le domande, a scelta, possono essere presentate:

  • a mano presso l’Ufficio Politiche per la Legalità e le Sicurezze del Comune di Modena, via Scudari n°20;
  • inoltrate a mezzo fax al n° 059 2032109;
  • inviate in modalità telematica al seguente indirizzo di posta elettronica certificata modenasicura@cert.comune.modena.it

La domanda di concessione del contributo deve pervenire all’Ufficio Politiche per la Legalità e la Sicurezza Urbana entro e non oltre le ore 12,00 del giorno venerdì 19 ottobre 2018.
Il suddetto termine è perentorio. Pertanto, le domande pervenute successivamente alla scadenza del termine verranno considerate decadute. In caso di spedizione della domanda a mezzo del servizio postale, farà fede la data di accettazione dell’ufficio e la domanda si considera prodotta in tempo utile.

Maggiori dettagli nell’allegato.

Per informazioni contattare Armando Cassanelli, responsabile ufficio CAT – tel. 059 418576 – acassanelli@mo.cna.it

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo articolo.

CNA Modena - Via F. Malavolti, 27 - 41122 Modena (MO)
Tel 059.418111 - Fax 059.418199 - C.F. 80008070361
info@mo.cna.it - cnaassociazionemodena@cert.cna.it
Privacy Policy
Informativa utilizzo cookies

Powered by
SIXTEMA spa